Giulia Hotel | Lido di Camaiore | Che succede quando io prenoto una vacanza, anche con molto anticipo e poi per un qualsiasi motivo devo disdire?
L’hotel Giulia è un albergo a tre stelle in Versilia, nato nel 1952 e da sempre gestito dai proprietari. Ben quattro generazioni che affiancate da numerosi collaboratori lavorano per far sentire gli Ospiti come a casa loro, accolti e coccolati! Un tre stelle fuori dall’ordinario, dove professionalità, cura e calore raccontano una storia diversa da tutte le altre.
Giulia Hotel, Hotel Lido di Camaiore, Hotel Versilia, Lido di Camaiore, Albergo Lido di Camaiore, Camere Lido di Camaiore, Albergo Versilia
2605
post-template-default,single,single-post,postid-2605,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-14.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Che succede quando io prenoto una vacanza, anche con molto anticipo e poi per un qualsiasi motivo devo disdire?

Oggi voglio rispondere ad una domanda molto molto frequente.

Che succede quando io prenoto una vacanza, anche con molto anticipo e poi per un qualsiasi motivo devo disdire?

Che succede? Perdo i soldi della caparra?

Credo che questa sia una domanda molto interessante che merita di essere approfondita con un articolo perché in effetti cosa succede?

In genere ci piace pensare alla vacanza con molto anticipo. Magari quando siamo a lavoro, nel pieno dell’inverno, quando fa freddo, sognamo già l’estate, il mare, l’abbronzatura.

Capita la situazione perfetta: vediamo un’offerta irresistibile, oppure vediamo la situazione adatta per noi, con la camera che vogliamo noi, l’offerta giusta per quella camera.

Non puoi perdertela e vuoi bloccarla adesso e quindi inizi a programmare già la tua vacanza, ad immaginartela, a costruirtela.

Ovviamente per bloccare l’offerta, occorre dare una caparra che normalmente è pari ad 1/3 dell’importo totale. Quindi se pensiamo alla Vacanza, è chiaro che l’importo che devo lasciare per la caparra, è una somma importante.

D’altra parte la caparra devo darla perché senza di essa non ho la sicurezza di aver bloccato l’offerta.

Poi però che può accadere?

Capita che il bambino si ammala, o entra un nuovo progetto in azienda e siamo costretti a spostare le ferie, o per un qualsiasi motivo siamo costretti a cancellare la prenotazione.

In questo caso che succede?

Come in tutti i contratti, se una delle due parti recede, deve pagare penale. In questo caso il cliente perde la caparra.

Quali sono allora le possibili soluzioni?

In alcuni casi, se l’hotel comprende il mio disagio (magari a fronte di un certificato medico o di una dichiarazione della nostra azienda), ci viene concesso di utilizzare l’importo versato, per un nuovo soggiorno entro una certa data oppure da utilizzare entro la fine dell’anno.

Questo ad esempio è ciò che è successo ad una cliente che raccontava

“Lo scorso anno avevo prenotato in un hotel e purtroppo ho avuto un problema di salute e sono stata costretta a disdire la prenotazione. Così ho chiamato l’hotel, ho parlato con il titolare e dopo aver mandato il certificato, non mi ha preso i soldi ma li ha congelati affinché io potessi utilizzarli in un altro periodo entro però la fine dell’anno.

Non era un bonus che avrei potuto utilizzare sempre. Così ho storto un po’ la bocca perché l’hotel chiudeva di lì a poco e ho dovuto velocizzare i tempi per non perdere la caparra.”

Questa in effetti è già una soluzione comprensiva che tiene conto del disagio che il cliente prova quando deve rinunciare ad una vacanza.

Allora noi abbiamo pensato: in effetti è tutto giusto.

E’ vero che il cliente ha disdetto in buona fede, però anche l’hotel subisce un danno perché non è detto che riesca a rivendere la stanza per tutto il periodo.

Però l’altra domanda che ci siamo posti è: Mettiamoci nei panni del cliente.

Il cliente è già un lungo periodo che pensa alla Vacanza. Ha scelto me e questo fatto è già di per se importantissimo e di grandissimo valore.

Mi ha scelto perché probabilmente gli piace la struttura, o è rimasto colpito dal nostro modo di lavorare, o dai nostri servizi.

Se all’ultimo momento non può venire o subisce qualcosa per cui è costretto a disdire, come si sentirà quel cliente? Di certo non bene, direi amareggiato e dispiaciuto.

Immagina come ti sentiresti tu se, dopo aver prenotato le ferie al mare, all’ultimo momento per un imprevisto fossi costretta a cancellare. Come ti sentiresti?

Io sarei molto nervosa!

Se a questo aggiungiamo il fatto che l’hotel, giustamente, si trattiene la caparra perché anche lui ha ricevuto un danno, che cosa succede?

Succede che il cliente aggiunge al dispiacere di non poter venire, il dispiacere per aver perso una cifra importante che può essere di svariate centinaia di euro (dipende dall’importo totale della vacanza).

E come si sentirà quel cliente?

Si sentirà preso in giro!

Si sentirà preso in giro perché il cliente pensa al proprio disagio, al proprio stato d’animo.

E quel cliente non tornerà più.

Lo dico perché purtroppo anche a noi qualche anno fa è successo e nonostante spiegassi al cliente le nostre ragioni, al cliente interessava il proprio disagio e, stupidamente, abbiamo perso il cliente.

Così ci siamo domandati: che cosa vogliamo essere per un cliente?

Vogliamo essere complici.

Non vogliamo che il cliente venga una volta, paghi e poi vada via per non tornare mai più.

Vogliamo che il cliente torni, che si senta protetto e tutelato!

Per questo motivo abbiamo creato la nostra GARANZIA VACANZA SICURA

Una garanzia che regaliamo al cliente che prenota direttamente al telefono con noi e dice così:

Puoi bloccare l’offerta, puoi bloccare la tua camera anche con largo anticipo in modo da assicurartela e stare tranquillo perché

Se ti annullano le ferie, se il bambino si ammala, se trovi un hotel che ti piace di più o semplicemente vuoi cambiare destinazione (insomma per qualsiasi motivo),

puoi cancellare tranquillamente fino a 3 giorni prima (o 7 giorni prima, nei mesi di luglio e agosto) e noi ti restituiamo TUTTI i soldi della caparra senza trattenerci neppure 1 euro.

Non solo ma te li restituiamo entro 24 ore con bonifico bancario!

Questo cosa comporta?

Apparentemente per noi è un grosso rischio perché se sfuma una prenotazione 3 giorni prima della data di arrivo, avrò molta difficoltà a rimpiazzare la camera.

Però guadagnamo la fiducia del cliente e quando si guadagna la fiducia del cliente, non c’è prezzo che tenga.

Questo per noi è una grande soddisfazione e ci piace vedere i clienti più tranquilli, sicuri e fargli godere la loro vacanza già dal momento della prenotazione!

Vuoi anche tu ricevere una nostra chiamata per costruire la tua vacanza su misura?

CLICCA QUI per richiederla!

A presto!

Cristiana Gemignani

“Più Personale, Più Servizio”



Show Buttons
Hide Buttons