Giulia Hotel | Lido di Camaiore | DELIZIE INVERNALI
L’hotel Giulia è un albergo a tre stelle in Versilia, nato nel 1952 e da sempre gestito dai proprietari. Ben quattro generazioni che affiancate da numerosi collaboratori lavorano per far sentire gli Ospiti come a casa loro, accolti e coccolati! Un tre stelle fuori dall’ordinario, dove professionalità, cura e calore raccontano una storia diversa da tutte le altre.
Giulia Hotel, Hotel Lido di Camaiore, Hotel Versilia, Lido di Camaiore, Albergo Lido di Camaiore, Camere Lido di Camaiore, Albergo Versilia
1332
post-template-default,single,single-post,postid-1332,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-14.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

DELIZIE INVERNALI

Chi ha detto che l’inverno è un periodo triste si sbaglia di grosso.

Pedalare in pineta lungo il viale Capponi, in parallelo alla ciclabile che costeggia il mare, protetta da ber-retto , sciarpa e guanti, è un momento rivitalizzante dopo l’afa del periodo estivo e le tiepide temperature dell’autunno clemente che ci ha appena lasciati.

L’occhio si riempie di nuove sfumature , l’arancio e il rosso si sono incupiti nel segno di un’essenzialità che non è solo formale. Ed anche in questa stagione, che molti odiano, io continuo a pensare quanto sono fortu-nata a vivere in questo posto fantastico. I profumi della pineta di Viareggio e il freddo al quale non sono abituata mi stimolano l’appetito e, guidata da un pilota automatico interno, all’altezza del bocciodromo dei fratelli Parodi giro verso monti, in direzione di via Don Bosco, nel cuore dell’omonimo quartiere, per approdare in un negozio che è una vera festa dei sensi: “La latteria di Bruno”.

Scordatevi la classica latteria anemica: in questo luogo che sembra la cucina della nonna delle fiabe c’è tutto ciò che serve per dimenticare ogni tipo di buon proposito dietetico. Cibo fresco e genuino: i ravioli fatti in casa, i funghi porcini della Garfagnana, gli agli selvatici delle colline della Versilia fatti sott’olio, la marmellata di mele cotogne, i formaggi selezionati, gli erbi di campo da ripas-sare in padella, il burro nostrano con il tartufo, la selezione di mostarde, e poi le tagliatelle trafilate al bronzo, le torte co’ becchi di Camaiore, i biscotti fatti a mano….. Voi non ci crederete ma questa meraviglia è tutta opera di Bruno, un’omino piccolo e magro con gli occhi furbi e la passione per la montagna dove tutte le domeniche va a raccogliere la maggior parte delle preliba-tezze che cucinerà per i suoi clienti –estimatori. Rigorosamente in armonia con le stagioni, la sua vetrina è adornata con la poesia delle cose semplici e autentiche. Per me entrare da Bruno è regalarmi una coccola. Più di una, a dire il vero! E mentre aspetto il mio turno, inebriata dai profumi di tutto quel ben di Dio esposto, lui mi taglia una fetta di pane cotto a legna, ci appog-gia delicatamente un intingolo dei suoi e me lo porge . E qui percepisco la differenza tra fare le cose con amore o tanto perchè vanno fatte. Entrare da Bruno non è fare la spesa, ma un’esperienza.



Show Buttons
Hide Buttons